Come Realizzare una Spilla

Leggete la guida che sto per proporvi e seguendola passo passo, riuscirete a realizzare delle bellissime spille personalizzate da utilizzare come più vi piace. Armatevi di pazienza e buon lavoro!

Iniziate come primo passo procurandovi delle piccole spille da balia. Spesso si trovano appese ai vestiti nuovi, per tenere l’etichetta. Non gettatele, riponetele! Prendete quindi l’oggetto che vi interessa. Potete optare per un bottone o un per qualsiasi altro piccolo oggetto. Non deve però essere pesante altrimenti tirerà giù la stoffa rischiando così di staccarsi.

Il mio consiglio è di utilizzare dei bottoni! Hanno innumerevoli forme e colori e sono piuttosto semplici da usare. A questo punto procuratevi della colla a presa rapida. Prendete poi la spilla da balia e apritela. Fatto ciò, mettetela al centro del retro del bottone, tenendola per il lato appuntito.

Mettete ora un paio di gocce di colla, facendo attenzione a non farla cadere dai buchi, nel caso in cui il bottone sia di quel tipo. Attendete quindi che la colla si asciughi per bene. Una volta che vi sarete assicurati della corretta essiccazione della colla, sarete pronti ad indossare le vostre spille.

Come Realizzare un Portalume

In questa guida vedremo come realizzare un portalume in vetro. I portalumi sono oggetti che oggi vengono spesso utilizzati in casa soprattutto se l’arredamento lo permette. Infatti se hai un arredamento in stile antico o anche classico un portalume in vetro è adatto.

Prima di tutto per creare questo portalume in vetro dobbiamo lavorare il filo zincato per trasformare in portalumi dei vasetti in vetro, rappresenta certamente un’idea da appendere ai rami degli alberi nelle notti di estate. Iniziamo il nostro lavoro con molta calma e soprattutto facendo attenzione ai dettagli.

Per creare un motivo decorativo, bisogna che tagliamo circa 30 centimetri di filo zincato (fare attenzione perchè può essere tagliente) e ripiegarlo con le pinze come la tua fantasia ti suggerisce. Ricorda che le pinze servono a dare forma al filo zincato. Ora passiamo al manico del portacandele. Vediamo.

Per il manico del portacandele, tagliare 10-12 centimetri di filo e formare due ganci alle estremità. Avvolgere due giri di filo zincato con il motivo decorativo attorno al collo del vasetto. Agganciare il manico al filo: servirà per appendere il vasetto. Fermare il manico stringendo con la pinza il filo che avvolge il collo.

La realizzazione è quindi semplice.

Come Realizzare Candele al Miele

Il miele, prodotto naturale molto nutriente e delicato,rappresenta un valido rimedio per curare arrossamenti e screpolature della pelle. Tale elemento può essere utilizzato per realizzare delle saponette al miele, dal profumo delicato e piacevole, ricco di principi benefici per la pelle.

Per prima cosa, occorre sciogliere bene il sapone vegetale in scaglie, a bagnomaria molto lentamente dentro un recipiente. Nel frattempo dovete aggiungere il miele, versandolo con un cucchiaio da cucina. Quindi, mescolate ed amalgamante con cura ed attenzione il tutto, finché non otterrete un composto omogeneo e liscio.

candela

A questo punto, al composto creato dovete aggiungere poche gocce di un olio profumato, all’essenza di miele, mescolare il tutto attentamente e se preferite potete accentuare ed intensificare il colore del vostro impasto, unendo del colorante alimentare giallo, delle gradazione che desiderate continuando a mescolare.

Per finire, prendete degli stampi della forma da voi desiderata, riempiteli col composto di sapone al miele creato e lasciate asciugare il tutto per un po’ di tempo. Infine, estraete con cura e delicatezza, le saponette al miele realizzate dagli appositi stampi ed infine fatele essiccare bene su di un setaccio prima di poterle utilizzare.

Come Riparare la Vasca da Bagno in Casa

Invecchiando, lo smalto delle vasche da bagno diventa opaco, il calcare si posiziona sulla sua superficie e talvolta saltano persino delle schegge sullo smalto o sulla porcellana. Vi propongo allora qualche consiglio per riparare i piccoli danni più normali.

Smalto danneggiato o scheggia. Se non si tratta che di un piccolo graffio o di una scheggia poco importante, mascheratela con una pittura idonea venduta nei negozi di accessori per auto o anche nei colorifici (possono essere utilizzate altrimenti le pitture per sculture che vanno comunque benissimo).

vasca

Per il tartaro. Non servitevi del prodotto utilizzato per le toilettes: molto corrosivo, attacca lo smalto lasciandolo rugoso al tatto. Se le tracce di tartaro non sono troppo evidenti, strofinatele con 1/2 limone cosparso di sale fine, o versatevi dell’aceto. Nei casi gravi, impiegate un prodotto destinato ad eliminare il tartaro dalle macchine elettriche (ferro da stiro, caffettiera, ecc.).

Per fare brillare lo smalto o la porcellana, strofinate di tanto in tanto la vasca con uno straccio imbevuto di essenza di trementina (operate con la finestra aperta, e naturalmente, lontano dallo scaldabagno acceso). Il mezzo migliore per ottenere uno splendore incomparabile dello smalto, senza attaccarlo con prodotti troppo forti, consiste nell’utilizzare del sapone nero puro addizionato di qualche goccia di conegrina. Se vi sono tracce giallastre nella vasca, spalmate uno strato abbastanza spesso di sapone nero, lasciatelo per una notte e sciacquate quindi con acqua pura.

Come Preparare i Cavatelli con la Rucola

La preparazione di questa ricetta è estremamente semplice e accessibile alla maggior parte delle persone senza grosse difficoltà. I tempi sono più che ragionevoli e decisamente nella media, dall’inizio della preparazione alla portata in tavola, infatti, non trascorrono più di 30 minuti.

Occorrente
150gr di Farina di grano tenero
150gr di semola di grano duro
Pecorino grattugiato
1 spicchio d’aglio
500gr di rucola
4 cucchiai di olio d’oliva extravergine
Peperoncino

Prima di iniziare, è importante sapere che oggi sono disponibili anche strumenti che permettono di velocizzare la preparazione, come queste macchine per i cavatelli, in questa guida vediamo però come preparare il piatto manualmente. Setaccia i due tipi di farina e lavorali unendo all’impasta poca acqua tiepida e salata, fino ad ottenere un composto omogeneo, solido ed elastico. Forma con l’impasto appena creato tanti piccoli cilindri dello spessore si sei o otto millimetri e tagliali a pezzetti di circa due o tre centimetri l’uno.

Passa la punta di un cucchiaino su ogni pezzetto si pasta, in modo da formare un incavo.
Monda e lava la rucola sotto abbondante acqua corrente e mettila a sbollentare per circa due minuti. Sgocciolala e mettila in una padella in cui avrai fatto dorare precedentemente l’aglio in circa due cucchiai di olio.

Lascia insaporire per qualche minuto e togli dal fuoco, tenendo il sughetto al caldo.
Lessa i cavatelli creati in precedenza in abbondante acqua salata e sugo quando sono ancora al dente. Trasferiscili su un piatto da portata ed unisci la rucola che hai rosolato con l’aglio. Spolverizza con il pecorino ed il peperoncino. Condisci con l’olio rimasto e servi.