Come Preparare Ali di Pollo Ripiene di Prosciutto

Ingredienti: (Secondo piatto cinese per 4 persone): 5 funghi secchi cinesi, 12 ali di pollo, 3 cucchiai di salsa di soia, olio d’oliva, 3,5 dl di brodo di pollo, 1 cucchiaio di sherry, 1-2 fette di prosciutto cotto, 3 cipollotti, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio d’amido di mais.
Preparazione: mettete i funghi a rinvenire in acqua calda per mezz’ora circa; scolateli, strizzateli, eliminate i gambi duri ed affettate il resto.
Tagliate le estremità delle ali di pollo, cospargetele con un cucchiaio di salsa di soia e lasciatele riposare per mezz’ora circa.
Fate scaldare l’olio in una padella; quando sarà molto bollente immergetevi le ali di pollo e fatele friggere rigirandole un paio di volte.
Toglietele dal recipiente e mettetele su carta assorbente da cucina a perdere l’unto di cottura.
Portate il brodo ad ebollizione, adagiatevi le ali fritte, la salsa di soia rimasta e lo sherry; cuocete lentamente per mezz’ora.
A questo punto togliete le ali dal brodo e mettetele su un tagliere, facendole raffreddare.
Con un coltellino affilatissimo, disossatele accuratamente cercando di non romperle, inserite nella cavità ottenuta il prosciutto tagliato a listarelle, e chiudete l’apertura con uno stecchino.
Riportate il brodo ad ebollizione, aggiungete i cipollotti mondati e sminuzzati, i funghi, le ali di pollo farcite e lo zucchero.
Dopo 5 minuti di cottura incorporatevi l’amido di mais e continuate la cottura, mescolando continuamente fino a quando il composto si addenserà perfettamente.
Servite ben caldo.

Yougurt in Cucina – Consigli

Lo yogurt è un derivato del latte che viene preparato aggiungendo a esso dei microrganismi i quali trasformano il lattosio in acido lattico.
Risulta essere un alimento molto diffuso in tutti i paesi balcanici e del Medio Oriente dove viene consumato da migliaia di anni perché il clima e le precarie condizioni igieniche non consentono una prolungata conservazione del latte.

La sua composizione è molto simile a quella del latte da cui si differenzia solo perché è concentrato e per la presenza di acido lattico al posto del lattosio.
Lo yogurt è sempre stato considerato come un alimento dotato di particolari virtù e per questo motivo molte popolazioni dell’Europa centrale gli attribuiscono il merito di essere un elisir di lunga vita.

Non esiste evidenza scientifica che queste credenze abbiano fondamento, tuttavia lo yogurt non è privo di effetti benefici.
Questi, dipendono probabilmente dal fatto che riesce a modificare la flora batterica intestinale in modo tale da neutralizzare l’azione tossica dei batteri putrefattivi che si sviluppano in abbondanza quando la dieta è basata prevalentemente sul consumo di carne.

La sua digeribilità è superiore a quella del latte, quindi, è consigliabile a tutti coloro che hanno difficoltà a digerire quest’ultimo.

Come Scegliere il Compagno di Viaggio Giusto

La scelta di una meta dipende spesso dalla persona o dal gruppo di amici che mi accompagnerà. Quando organizzo un viaggio con la mia compagnia di amici scelgo solitamente una destinazione che possa far divertire tutti ma nello stesso tempo accontentare tutte le esigenze. Spesso non si tratta di un viaggio culturale perché mettere d’accordo l’intero gruppo risulta complicato e il fatto che sia numeroso rallenta ogni movimento, visita. Scegliamo solitamente una località marina che permette a tutti di rilassarsi sulla spiaggia con un buon cocktail in mano.

Per i miei viaggi culturali mi rivolgo abitualmente all’amico/a del cuore, al mio/a partner e a volte ai miei genitori. Mi permette di gustare il patrimonio locale con la maggior calma possibile e perché no provare nuove esperienze come quando in compagnia della mia migliore amica abbiamo trascorso l’imbrunire a bordo di un quad in mezzo al deserto dell’Egitto.

La scelta del compagno di viaggio è molto importante perché ti permette di vivere al massimo l’esperienza di viaggio sentendosi sé stessi e non condizionati dalla presenza di una persona sbagliata.

Quante volte vi è capitato di non vedere l’ora di rientrare a causa di un’errata scelta dei compagni di viaggio.
A me per fortuna è capitato solo qualche screzio dovuto alla lunga convivenza e a causa di abitudini diverse. Un consiglio: scegliete bene il compagno con cui partire.

Come Togliere le Briciole dalla Tastiera del Computer

Abbiamo parlato spesso di pulizia su questo sito e oggi parliamo di un problema comune, quello relativo alle briciole presenti sulla tastiera.

Le briciole possono infatti incastrarsi tra i tasti rendendo difficile utilizzare i tasti.
Vediamo quindi quali sono le soluzioni per effettuare la pulizia della tastiera.

Se la tastiera è quella di un portatile, è necessario prima spegniere il computer e scollegare eventuali periferiche collegate.
A questo punto è necessario prendere il portatile con entrambi le mani e capovolgerlo.
Agitandolo in modo leggero è possibile fare cadere le briciole che non sono incastrate.

Nella fase successiva è possibile utilizzare uno spazzolino
Bisogna passarlo in modo veloce e leggero tra i tasti in modo da togliere i residui presenti.

Nel caso in cui siano ancora presenti residui di sporco, è possibile utilizzare un aspirabriciole.
Si tratta di un elettrodomestico che funziona in modo simile all’aspirapolvere, ma che è molto meno potente.
Per maggiori informazioni è possibile vedere questa pagina su questo sito sugli aspirabriciole.

Un’alternativa, per chi non ha questo elettrodomestico, è rapprestata da una bomboletta di arria compressa.
Questi dispositivi sono invendita in tutti i negozi e permettono di spruzzare aria sotto i tasti, in modo che le briciole presenti escano.

Seguendo queste indicazioni è possibile togliere le briciole dalla tastiera in modo piuttosto semplice e veloce.

Caratteristiche del Viaggio Culturale

Viaggio culturale, vediamo quali sono le caratteristiche che deve avere per essere definito tale. Prima di tutto bisogna stabilire la durata ideale di permanenza, che secondo noi è di 15 giorni. Questo per evitare di affaticarci e sovraccaricarci.

Secondo ingrediente fondamentale della nostra “ricetta” è sicuramente la pianificazione dell’itinerario del viaggio, al fine di evitare perdite di tempo inutili e spiacevoli inconvenienti. Viaggio culturale è anche stabilire un itinerario fuori dal comune, particolare, che prediliga luoghi generalmente non proposti. Infatti, l’organizzazione di itinerari nuovi rende la figura della guida indispensabile per la buona riuscita della nostra vacanza.

Ma l’accompagnatore deve partire dall’Italia con il suo gruppo oppure può essere anche uno del posto che parli italiano? Per noi la cosa più importante è che la guida riesca a farci vivere la cultura locale, permettendo al turista di immergersi a 360 gradi nel costume del popolo in questione. Perché questo possa realizzarsi è indispensabile una adeguata assistenza da parte del tour operator che, pianificando il viaggio in ogni piccolo dettaglio permette di vivere in profondità questa esperienza, evitando così il rischio di vedere tante cose ma senza realmente comprenderle.

In conclusione, secondo noi un viaggio può essere definito culturale solo quando c’è la giusta combinazione tra svago e arricchimento personale.