Come Dimagrire con la Cyclette

Dimagrire con la cyclette è un obiettivo realizzabile, non a caso sono sempre più le persone che si affidano a questo attrezzo in palestra per perdere peso o decidono di acquistarne una per le proprie sessioni di allenamento casalinghe.

La cyclette difatti è un attrezzo che permette di svolgere un allenamento aerobico intenso con tutti i conseguenti benefici che ne derivano: perdita di peso, miglioramento della circolazione sanguigna, aumento della capacità polmonare e così via.

cyclette

Ovviamente per ottenere i suddetti benefici gli allenamenti con la cyclette devono essere costanti ed entrando nello specifico per quanto riguarda la perdita di peso, l’allenamento deve essere combinato con una dieta equilibrata.

Un’ovvietà, specialmente se prendiamo in considerazione il fatto che la cyclette consente di allenare solo gli arti inferiori, perlopiù i quadricipiti e in via secondaria i polpacci. Per raggiungere dei risultati degni di nota è dunque necessario un grande impegno sia dal punto di vista fisico che alimentare.

Ecco perché per dimagrire con la cyclette non può mancare una buona dose di motivazione personale. Sono tantissime le persone che finiscono per abbandonare i propri buoni propositi di perdita peso con la cyclette perché non ottengono sin da subito risultati soddisfacenti, incuranti del fatto che perdere peso con l’attività aerobica richiede tempo, ancor di più se l’allenamento coinvolge solo le gambe.

Con costanza, impegno e la giusta dose di “sacrificio” ed osservando poche e semplici regole, è possibile centrare l’obiettivo.

Cyclette per dimagrire – Guida

Fatte le dovute premesse, vediamo insieme alcune informazioni utili, programmi di allenamento e consigli che ci aiuteranno a perdere peso con la cyclette.

Dispendio energetico

La cyclette permette di consumare circa 300 calorie l’ora, ovviamente il dispendio energetico è legato alla durata dell’esercizio, al peso corporeo della persona ed ovviamente all’intensità di allenamento.

La quasi totalità di questi attrezzi riportano sul display il quantitativo approssimativo di calorie consumate durante l’attività fisica e il livello di allenamento.

Gli attrezzi più all’avanguardia, ergometri, permettono di regolare lo sforzo in modo esatto e di beneficiare di un elevato indice di precisione, esprimendo la potenza di allenamento di chi si allena in watt.

Per dimagrire con la cyclette è fondamentale eseguire allenamenti intensi (le apparecchiature più sofisticate permettono di verificare se la soglia aerobica viene raggiunta o meno) almeno 3 volte a settimana.

Programma di allenamento

Per dimagrire con la cyclette è necessario seguire un programma di allenamento preciso. Vediamo dunque un piano di allenamento efficace per la perdita peso.

– Riscaldamento: dai 5 ai 10 minuti di pedalata lenta per permettere alle gambe di abituarsi allo sforzo ed evitare infortuni;

– Prima fase: venti minuti di pedalata veloce per raggiungere una soglia di sforzo adeguata, la cosiddetta “zona aerobica”;

– Fase intensa: 25 minuti di pedalata intensa e veloce per smaltire i grassi;

– Defaticamento 10 minuti di pedalata lentissima.

Per ottenere risultati apprezzabili in termini di dimagrimento, il suddetto programma di allenamento deve essere ripetuto almeno 3-4 volte a settimana. L’ideale sarebbe eseguire l’allenamento con la cyclette a giorni alterni.

Il consiglio è quello di partire con sedute di 20 minuti aumentando la durata di allenamento di 5 minuti ogni settimana fino a svolgere una seduta di allenamento della durata di 45 minuti.

Nell’allenarsi con la cyclette è fondamentale restare sempre nella fascia aerobica, senza mai fermarsi. Nel corso delle prime sessioni di allenamento, se proprio non si riesce a farne a meno, è possibile fare qualche pausa intermedia che però non deve durare mai più di un paio di minuti.

Risulta essere fondamentale avere una postura eretta e prestare attenzione a non rischiare di andare sotto sforzo a causa di una pedalata eccessivamente dura e prolungata (oltre un’ora). Tra l’altro si potrebbe finire per aumentare eccessivamente la massa muscolare, o al contrario, bruciare i muscoli, invece che i grassi.

All’inizio e al termine di ogni sessione di allenamento è consigliata una seduta di stretching.

I consigli valgono anche per chi al posto della cyclette utilizza una bici ellittica, strumenti sempre più diffusi nell’ultimo periodo. Per maggiori informazioni consigliamo questa guida sulla bici ellittica pubblicata su questo blog.

Dimagrire con la cyclette – Frequenza cardiaca massima e fascia aerobica

Per perdere peso è necessario lavorare alla giusta frequenza. Come

individuare i giusti valori? La formula più utilizzata per calcolare la frequenza cardiaca massima è quella di Cooper:

200 – età anagrafica. Ad esempio se avete 32 anni, la vostra frequenza cardiaca massima sarà di 188.

188 in questo caso sarà il valore limite che non dovrà mai essere raggiunto. L’obiettivo è quello di tenere il battito cardiaco fra il 65 e il 75% della propria frequenza cardiaca massima.

Al di sotto di tale soglia, sarà necessario molto più tempo per bruciare i grassi in eccesso e bisognerà aumentare il numero delle sessioni di allenamento con la cyclette.

Per una sessione di allenamento brucia-grassi, bisognerà dunque lavorare alla giusta frequenza cardiaca e ricordare che i venti minuti iniziali sulla cyclette servono solo da preparazioni all’allenamento vero e proprio. In questa fase preparatoria infatti l’organismo trae energia dagli zuccheri. Solo dopo inizia ad attingere energia dai grassi, finendo per bruciarli e tonificare il corpo.

Ovviamente oltre a lavorare sotto la soglia del 65, bisognerà anche non superare quella del 75%, pena il rischio di catabolismo muscolare. Inoltre il cuore può andare in contro ad uno stress eccessivo.

Se non si dispone di una cyclette all’avanguardia in grado di rilevare la frequenza cardiaca, è possibile misurarla con un cardiofrequenzimetro dotato di fascia toracica.

Perdere peso con la Cyclette – Consigli finali

La noia è una nemica giurata della motivazione. Per ottenere buoni risultati nello sport è fondamentale divertirsi o perlomeno trovare un modo per distrarsi dalla fatica. Ecco perché ascoltare un po’ di musica o guardare un film mentre si pedala sulla cyclette sono sicuramente le soluzioni migliori per aumentare la motivazione. Ovviamente bisogna fare attenzione a non distrarsi eccessivamente perché si potrebbe finire con il perdere il ritmo e rendere vani tutti gli sforzi fatti.

Un altro consiglio utile è quello di allenarsi nelle prime ore del mattino, preferibilmente fra le 6 e le 11, evitando di fare colazione. Il motivo?

Al mattino tendiamo a bruciare più grassi perché il metabolismo è più veloce. Allenandosi costantemente nelle prime ore del mattino, tenderà a conservare questa sua caratteristiche anche durante la giornata, con conseguenti benefici in termini di dimagrimento.

In alternativa, se si hanno serie difficoltà ad allenarsi di mattina è consigliabile farlo dopo un digiuno di 4 ore. I benfici ottenuti saranno più o meno gli stessi.

Infine è necessario porsi un obiettivo concreto con una scadenza precisa: ad esempio perdere 4 chili in 4 settimane.

Alessandro