Come Pulire Casa Velocemente

Sei una donna che lavora e non hai molto tempo da dedicare alla pulizia della casa, anche se una volta alla settimana viene una signora che ti dà una mano? Questa breve guida ti aiuterà a salvare le apparenze nel caso tu non abbia più di un’oretta e mezza al giorno da spendere per la tua casa, soprattutto se temi che arrivino visite improvvise.

Comincia dalle stanze dove è più probabile che possano entrare degli ospiti improvvisi, soggiorno, bagno, cucina, riordinandole e spostando verso le altre camere gli oggetti che non dovrebbero essere lì (come i giochi dei bambini o le scarpe di tuo marito!); inutile dire che se riesci a convincere i tuoi familiari a darti una mano avrai molto più tempo da dedicare a te stessa.

casa

Spazza velocemente solo nei luoghi che si vedono, lasciando il sottoletto e il sottodivano alla signora delle pulizie nel giorno stabilito. Nel bagno spruzza dell’alcool denaturato (che disinfetta e asciuga velocemente) sui sanitari e distribuiscilo velocemente con della carta da cucina, che getterai risparmiando il tempo del risciacquo e della conservazione delle pezzuole che avresti usato per lavare il bagno. Quindi arieggia la stanza per far sparire l’odore dell’alcool.

Ogni giorno abbi pronto un secchio con dell’acqua pulita, un goccio di candeggina (che ti serve per evitare che l’acqua imputridisca) e un po’ di detergente del profumo che preferisci (molto bello, a mio parere, è il profumo del sapone di Marsiglia) che ti servirà sia per togliere subito eventuali macchie, sia per spolverare i pavimenti con lo spazzolone a frange immerso e ben strizzato, con una sola passata dove necessario, che oltre a spolverare profumerà la casa.

Come Scegliere un Tappeto per la Casa

tappeti costituiscono parte integrante dell’arredamento di ogni casa e, una volta acquistati, fanno bella mostra per tantissimi anni. Per questo motivo, se si decide di acquistarne qualcuno, specialmente se costoso, occorre controllare che non abbia imperfezioni di alcun genere e che valgano la somma che si sta per spendere.

Se hai deciso di comprare un tappeto, segui i consigli che sto per darti, in questo modo potrai evitare di prendere grosse fregature: per prima cosa prendi il tappeto in mano e controllane la solidità della sua struttura, tira la trama in tutti i versi per vedere se è in grado di offrire resistenza. Se vedi che la trama e l’ordito non cedono significa che che il tappeto ha una buona struttura.

tappeto

A questo punto, a rovescio, strofina un panno bianco leggermente bagnato sulla trama del tessuto: il panno bianco dopo questa prova dovrà restare bianco e non tingersi di alcun colore. Se il tappeto stinge colorando il panno vuol dire che non è di buona fattura! A rovescio, controlla anche i nodi in diversi punti del tappeto ed i fili del ricamo: i nodi dovranno risultare ben tirati, forti e resistenti, i fili del ricamo devono essere stati ben sistemati e sparire tra i nodi.

I tappeti moderni hanno dai mille ai millesettecento nodi mentre quelli antichi e di valore possono arrivare anche ai quattromila-cinquemila nodi. Ricorda, inoltre, che un tappeto per essere definito prezioso, deve avere un’annodatura eccezionale che può andare dalle settemila alle novemila annodature, tutte rigorosamente fatte a mano per i tappeti antichi o moderni di gran pregio.

Esercizi per Avere la Pancia Piatta da Fare in Casa

Siete alla ricerca di esercizi per la pancia piatta da fare in casa, per ottenere finalmente l’addome che avete sempre desiderato? Ecco qualche consiglio utile ed una tabella di allenamento che semplificherà senza dubbio la vostra ricerca. Di esercizi che promettono di farvi ottenere una pancia piatta ve ne sono moltissimi, ma saranno davvero efficaci? Come di certo gli sportivi ben sapranno, senza la giusta costanza e senza la giusta motivazione, riuscire ad ottenere una pancia davvero piatta non è possibile.

Per tonificare l’addome sarà in primo luogo necessario eliminare l’adipe in eccesso (con un’attività aerobica come la corsa, la zumba e quant’altro) ed eseguire poi degli esercizi specifici, primi fra tutti gli addominali.

Detto questo, dopo aver eliminato l’adipe in eccesso potrete eseguire gli esercizi mirati. da svolgere tre volte a settimana, per ottenere finalmente gli effetti sperati.

Cominciamo con gli addominali (normali, laterali, obliqui e così via). Fatene 20 per tre serie ciascuno. Dopodiché, passiamo agli esercizi da eseguire con la palla. Eccone uno semplice ed efficace. Coricatevi a pancia in su tenendo una palla fra le gambe. A questo punto, portate le mani dietro la testa senza piegare i gomiti e sollevate la parte alta del busto e la testa senza piegare il gomito. Tornate quindi alla posizione di partenza. Ripetete l’esercizio 20 volte per tre serie.

Un altro esercizio da inserire nella nostra routine di allenamento è quello della candela. Coricatevi in posizione supina e portate le braccia lungo i fianchi. A questo punto, iniziate a sollevare le gambe contraendo i glutei e gli addominali. Rimanete in posizione per circa 20 secondi e tornate alla posizione di partenza. Ripetete l’esercizio 10 volte.

Come Scegliere un Tavolo per la Cucina

Risulta essere il centro di pranzi e cene, ci si siede a colazione, per prendere un caffè, o anche solo per fare due chiacchiere. Stiamo parlando del tavolo. Devi acquistare il tuo primo tavolo per la sala da pranzo? Oppure devi semplicemente dare una sferzata di novità al tuo arredamento e comprarne uno nuovo?

Non trascurare le giuste misure Piccole regolette di base ti aiuteranno a non compiere errori grossolani. Partiamo dall’analisi del piano: la sua altezza deve essere di ca 72 cm mentre la sua larghezza di 80 cm. Devi considerare molte variabili infatti, deve esserci tutto lo spazio per ciascun commensale, che occuperà circa 60 cm. Considera anche lo spazio tra le gambe del tavolo: deve essere di almeno 60 cm.

tavolo
Decise le dimensioni, come scegliere la forma? Rotondo o rettangolare? Questo è il problema! Gli aspetti positivi del tavolo rettangolare sono il fatto che è più semplice da posizionare in quanto meno ingombrante. Tuttavia c’è da tener conto di un piccolo neo: crea, giocoforza, una struttura gerarchica tra i commensali. Cosa che non accade con un tavolo tondo! Tuttavia se in famiglia siete molti, o hai in programma di fare grandi cene con mille ospiti, considera che il diametro del tuo tavolo dovrà essere molto ampio e quindi sarà poco pratico.

Bisogna mangiare sotto la giusta luce! Hai scelto il tuo tavolo, sei felice e lo guardi soddisfatto posizionato li, con tutte le sue belle sedie. Ma… C’è un ma! Che luce scegliere? Sappi innanzitutto che la luce giusta sopra il tavolo sarebbe di 60 cm. L’importante è che tutto il tavolo sia ben illuminato. Pertando se hai un tavolo tondo o uno rettangolare di medie dimensioni basterà un lampadario sospeso al centro. Qualora invece il tavolo sia di grandi dimensioni ti converrà usare molti punti luce.

Esercizi per la Pancia Gonfia

In primo luogo, sappiate che in caso di pancia gonfia, la sola attività fisica non basta. Per far sgonfiare la pancia bisogna partire … dalla tavola. L’alimentazione riveste infatti un ruolo molto importante. Evitate di bere bevande gassate o zuccherate, limitate il consumo di carboidrati (che non dovrebbero essere assunti a cena), bevete dei probiotici, utili per sgonfiare lo stomaco, e limitate l’assunzione di zuccheri (compresi i dolcificanti).

Detto questo, dopo aver dato una bella regolata alla nostra alimentazione, è il turno dell’attività fisica. Quali saranno i migliori esercizi “sgonfia-pancia”? Partiamo dagli “esercizi” soft, primo fra tutti … il massaggio. Aiutatevi con una crema apposita, ed eseguite il vostro massaggio ogni sera per ottenere i primi risultati.

Naturalmente, alimentazione e massaggi andranno associati a una buona dose di fitness. Fra gli esercizi più indicati vi sono senza dubbio gli addominali (in tutte le loro versioni) ma non solo. Il problema del gonfiore allo stomaco può infatti essere alleviato anche con le famose torsioni del busto con bastone, da eseguire sia in posizione eretta che da seduti.

Ecco un altro esercizio semplice ma efficace: posizionatevi a quattro gambe sul pavimento, fate un profondo respiro e contraete gli addominali, spingendo la pancia verso dentro. Rimanete in posizione per qualche secondo e rilasciate. Ripetete nuovamente. Eseguite tre serie da 15.

Infine, un altro esercizio adatto per chi vuole eliminare la pancia gonfia. Coricatevi sul pavimento in posizione supina e portate le gambe piegate a 90 gradi, poggiangole magari su una sedia. Portate le mani dietro la nuca e ispirando alzate il busto verso avanti. Tornate alla posizione di partenza e ripetete il movimento. Eseguite 20 piegamenti per 3 serie.