Come Utilizzare la Lavatrice

Questa guida ti servirà per avere buoni risultati con la lavatrice. Non è necessario, come spesso pensiamo, usare tanto detersivo: è invece più importante scegliere un programma adatto al tipo di bucato e controllare l’efficienza della lavatrice e il livello di durezza dell’acqua.

Quando si lava a freddo e alle basse temperature, sono indicati i prodotti liquidi che si sciolgono più facilmente. Per le alte temperature, sono adatti invece i detersivi in polvere, contenenti sbiancanti che si attivano con il calore dell’acqua. Altro aspetto da considerare è il grado di durezza dell’acqua, se è elevato, si forma più facilmente il calcare e il detersivo si scioglie con difficoltà. Per scegliere il prodotto più adatto, bisogna anche considerare il tessuto,la quantità di bucato e il tipo di sporco.

come-utilizzare-la-lavatrice

Per non rovinare i capi bisogna fare attenzione alle etichette. Se si lava il bucato con un programma inadatto, si rischia di ritrovarsi con indumenti infeltriti, macchiati o di un colore diverso da quello originale. Per evitare problemi, basta attenersi alle indicazioni riportate sulle etichette applicate sui capi. Queste si trovano solitamente nell’attaccatura del colletto all’altezza della vita o nelle cuciture laterali, verso il basso, e riportano i simboli internazionali, che consigliano la temperatura dell’acqua, il lavaggio in lavatrice, a mano, a secco o altri trattamenti. Nell’etichetta è riportato anche il tipo di stiratura consigliata.

Nel filtro si raccolgono fili, pelucchi della lana eccetera. Per evitare intasamenti, pulirlo e sciacquarlo sotto l’acqua corrente. Per evitare che il calcare ricopra la resistenza della lavatrice, rallentando il raggiungimento della temperatura impostata, usare prodotti anticalcare o aggiungere nella vaschetta del detersivo un cucchiaio di bicarbonato. I depositi di calcare si formano nelle parti più interne dell’apparecchio, soprattutto in presenza di acqua dura.

Ogni tanto si può fare un lavaggio a vuoto, soltanto con aceto, per decalcificare. Anche la vaschetta dei detersivi va estratta spesso dalla sua sede e pulita con una spazzola, per impedire che residui dei prodotti formino incrostazioni. Per pulire l’esterno della lavatrice,usare una spugna imbevuta di acqua tiepida e asciugare con un panno morbido.

Come Spurgare l’Aria dai Termosifoni

In inverno puo’ capitare spesso che i caloriferi non scaldino come dovrebbero o peggio ancora che non scaldino affatto. A cosa puo’ essere dovuto? Sicuramente alla presenza di aria nei tubi. Cio’ avviene quando il tubo che porta l’acqua alla caldaia e’ piu’ piccolo di quello che distribuisce il calore ai termosifoni e questo genera aria e gorgoglii.

Se anche voi avete questo problema dovete far spurgare i vostri apparecchi.
Per prima cosa dobbiamo portarci davanti alla caldaia e posizionare l’interruttore in posizione OFF.
Sul pannello di controllo della caldaia c’e’ un manometro che non deve mai stare sotto i 0,8 e mai sopra i 2,5
Portiamo il livello del manometro a 1,8.

termosifone

Fatta questa operazione dobbiamo spostarci in casa e vedere se tutti i caloriferi sono aperti.
Per assicurarci basta ruotare la manopola superiore dei termosifoni in senso antiorario fino a quando si blocchera’.
A questo punto andiamo verso il termosifone piu’ lontano dalla caldaia e iniziamo a far uscire l’aria in eccesso.

Per fare cio’ bisogna aprire la valvola posizionata in alto nel lato opposto a quella di apertura e chiusura.
Ricordiamoci di posizionare sotto la valvola un contenitore per evitare che cada dell’acqua a terra.
Procediamo in questo modo lasciando il termosifone piu’ vicino alla caldaia per ultimo.
Finita questa operazione accendiamo la caldaia e controlliamo che i caloriferi si accendano ed emettano calore in modo uniforme.
Qualora persistano i problemi potete ripetere l’operazione.

Come Creare un Essiccatore Solare

n questa guida troverai le istruzioni su come creare con dei materiali molto comuni un essiccatoio solare: con questo essiccatoio potrai conservare meglio il cibo e confezionare dell’ottima frutta secca. Ovviamente la potrai dipingere a tuo piacimento anche se la maggior parte della scatola dev’essere nera, in modo da assorbire più rapidamente il calore.

Come sappiamo, sul mercato sono disponibili elettrodomestici che permettono di essiccare frutta e verdura, relativamente a cui è possibile vedere questa guida sugli essiccatori su Opinionierecensioni.com, ma quella che proponiamo è un’alternativa valida e senza costi. Vediamo cosa bisogna fare.

Occorrente
Una scatola di cartone di circa 30 x 40 x 60 cm, aperta su un lato
Un tagliabalsa
Un foglio di alluminio
Nastro adesivo trasparente
Nastro adesivo nero alto circa 3 cm
Pellicola trasparente per alimenti o un foglio di plastica trasparente
Un metro di tessuto sintetico per zanzariere o di garza
Una o due grate da forno
Colori acrilici
Un pennello

Appoggia la scatola su una delle facce più grandi. Poi fai un taglio lungo lo spigolo superiore dall’angolo dell’estremità aperta fino a circa 5 cm dall’estremità chiusa della scatola. Poi fanne un altro uguale lungo l’altro spigolo superiore. Fai attenzione a incidere rimanendo in superficie, senza attraversare il cartone.

A questo punto il lato superiore della scatola dovrebbe piegarsi facilmente in modo da formare un piano inclinato che scende verso il fondo della scatola. Rifila i lati della scatola in modo che siano l’inclinazione della parte superiore. Poi ritaglia tutti i lembi interni che sporgono dal fondo nel punto in cui il lato inclinato tocca il fondo. Successivamente taglia tre finestre, due sui fianchi e una sul lato inclinato della scatola. Lascia una cornice di circa 4 cm intorno a ogni finestre.

Taglia dei pezzi di foglio d’alluminio abbastanza grandi da rivestire l’interno (fondo, retro e lati) della scatola. Fissa l’alluminio con del nastro adesivo. Ritaglia due triangoli di tessuto per zanzariere o di garza, un pò più grandi delle due finestre laterali. Poi fissa i due pezzi di tessuto a rete sopra le finestre triangolari, con il nastro adesivo nero. Taglia un pezzo di plastica trasparente poco più grande del lato inclinato. Se occorre, usa del nastro adesivo trasparente per unire insieme due pezzi più piccoli e ricavarne uno più grande.

Stendi la plastica trasparente sulla finestra superiore, usando il nastro adesivo nero. Ora tutto il telaio dovrebbe risultare coperto di nastro adesivo nero. Dipingi il resto della scatola con vernice acrilica nera. Puoi fare qualche disegno, ma la maggior parte della scatola deve essere nera, in modo da assorbire più rapidamente il calore. Successivamente inserisci le grate da forno nell’essiccatoio.

Quando vorrai usarlo, disponi sulle grate fettine di frutta oppure di verdura come mele, banane, pere, albicocche ecc. Dopodichè chiudi l’essiccatoio e mettilo in un posto soleggiato, che sia in casa o fuori: la frutta impiega 10 giorni o 2 settimane a seccarsi, a seconda di quanto è asciutto il tempo. Se metti l’essiccatoio all’esterno ricordati di portalo in casa di notte e quando piove.

Come Utilizzare il Frigorifero

Gli elettrodomestici hanno cambiato completamente la nostra vita, uno dei più importanti è senz’altro il frigorifero! Oggi ti propongo una guida contenente le indicazioni importanti per poter usare e mantenere al meglio il tuo frigorifero.

Se il tuo frigorifero ha gli esterni smaltati allora puoi lavarlo con acqua e detersivo o acqua e ammoniaca e dopo asciugalo subito con una pelle scamosciata. Se invece è un frigorifero dagli esterni metallizzati, passa spesso la pelle scamosciata sulla porta per togliere eventuali ditate. Innanzitutto bisogna sapere che l’interno di un frigo non deve mai essere sovraccarico.

come-utilizzare-il-frigorifero

Riponi ogni cosa in ordine e ben chiusa perchè non lasci cattivi odori. Non riporre nel frigorifero cibi caldi, attendi che si siano completamente raffreddati, altrimenti potrebbe guastarsi. Per sbrinarlo, stacca la corrente e lascia che il ghiaccio si sciolga. Evita di usare coltelli o oggetti appuntiti per non staccare qualche contatto.

Se il tuo frigorifero ha lo sbrinamento automatico o semiautomatico non è necessario staccare la corrente, basta schiacciare l’apposito bottoncino. Avvenuto lo sbrinamento svuota il frigorifero, pulisci l’interno con acqua e aceto, asciuga e rimetti tutto a posto. Se i cattivi odori persistessero metti nel frigo vuoto una ciotola con aceto caldo, chiudi lo sportello e lascia raffreddare, ripetendo più volte l’operazione se necessario. Ogni tanto passa le guarnizioni dello sportello con il borotalco perchè non si screpolino.

Come Stendere un Tappeto Erboso in Rotoli

Se vuoi avere un prato in poco tempo e con poca fatica ti consiglio di provare il tappeto erboso in rotoli. Risulta essere un metodo sempre più utilizzato per la sua praticità ed è facilmente utilizzabile da tutti. Il periodo primaverile è quello giusto per effettuare questa operazione che richiede, però, qualche cura preliminare.

Per prima cosa devi procedere con la preparazione a fondo del terreno se è la prima volta che lo fai. Dopo aver tolto a mano le pietre o i sassi più grossi procedi con una vangatura ad una profondità di quindi centimetri. Se la superficie da trattare è estesa ti consiglio di usare un motocoltivatore. Se il terreno è particolarmente duro aggiungi della sabbia nella percentuale di un metro cubo ogni cento mq di superficie.

Una volta che avrai finito di preparare il terreno in profondità è il momento di frantumare le zolle più grandi con la vanga o il rastrello. A questo punto puoi procedere con il rastrellamento del terreno per rendere la superficie uniforme. Metti quattro picchetti agli angoli del terreno e uniscili con una corda: in questo modo quando metterai le prime strisce di prato saranno allineate.

Metti in posa i rotoli facendoli aderire bene al terreno. Man mano che procedi appoggiati su un asse per evitare di rovinare i rotoli già posati. Cerca di far combaciare le varie zolle adagiate facendo molta attenzione che non rimangano spazi vuoti. Per ultimo devi procedere a rullare tutta la superficie.