Come Preparare Marmellata di Melograno

La ricetta che vi voglio proporre oggi riguarda la realizzazione di una confettura dal profumo autunnale, perfetta da gustare soprattutto alla mattina con del pane tostato, ma anche nel pomeriggio in occasione della pausa del the: la Marmellata di melograno.

Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato dei melograni acquistati in mattinata dal mio fruttivendolo di fiducia: essendo questo frutto molto particolare nel suo sapore, è fondamentale che sia buono e succoso, altrimenti rischiate di compromettere il gusto.

Ingredienti:
melograni, 10
zucchero, una tazzina
mele, 2

Tempo di preparazione: 60 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dai melograni: privateli della buccia esterna e raccogliete tutti i grani presenti all’interno in una ciotolina, quindi iniziate a controllarli uno per uno per verificare che siano puliti e senza pellicine.

Riversate poi i chicchi di melograno all’interno di un robot da cucina e frullateli finché non avrete formato una crema omogenea, che andrete a filtrare al setaccio, in modo da evitare i fastidiosi pezzettini dei chicchi interni.

Trasferita la purea all’interno di una casseruola dai bordi molto alti e aggiungete una tazza di zucchero e la polpa di mele tagliata a cubetti (eliminate il torsolo interno); iniziate con la cottura finché il composto no raggiunge l’ebollizione, quindi abbassate la fiamma e proseguite per un’altra mezz’oretta, ricordandovi di mescolare di tanto in tanto, in modo che non si attacchi ai bordi.

Per verificare l’effettiva cottura della vostra marmellata, fate la prova del cucchiaino. Se è pronta, toglietela dal fuoco e mettetela nei vasetti precedentemente sterilizzati, che chiuderete ermeticamente.

Lasciate riposare in dispensa per almeno due settimane prima di gustare.

Come Preparare Insalata di Arancia e Pompelmo

La ricetta che vi vorrei presentare oggi riguarda la preparazione di un contorno molto leggero e saporito, perfetto da abbinare ad un secondo piatto a base di pesce: l’Insalata di arance e pompelmi.

Per la realizzazione di questa ricetta ho preferito utilizzare solamente frutta freschissima di stagione, acquistata in mattinata dal fruttivendolo; per il pompelmo ho preferito quello rosa perché riesce a dare al piatto delle note più dolci.

Ingredienti
arance, 3
pompelmo, 1
melograno, 1
sale, pepe olio

Tempo di preparazione: 15 minuti

Preparazione
Iniziamo la nostra ricetta partendo dal melograno: apritelo a metà e sgranatelo accuratamente, quindi filtrate il succo di ogni singolo chicco in modo da formare un liquido dal profumo molto intenso, a cui andrete ad aggiungere un cucchiaio di olio ed un pizzico di sale e pepe.

Prendete ora gli agrumi, sbucciateli e privateli di ogni traccia della pellicina bianca esterna, quindi tagliateli a fette molto sottili aiutandovi con un’affettatrice e formando tanti tondi simili a quelli dei fiori.

Disponete all’interno di un piatto da portata i fiori di agrumi e conditeli con il condimento al succo di melograno appena realizzato, in modo uniforme. Decorate il vostro piatto con alcuni chicchi che avete messo precedentemente da parte e con delle fogliolne di menta.

Come Preparare il Castagnaccio

Scopriamo oggi un dolce tipico del periodo autunnale, una delle preparazioni più nutrienti e soffici della ricca tradizione culinaria della cucina povera e contadina: il Castagnaccio.

Ecco come si realizza con la ricetta spiegata passo passo.

Gli ingredienti
400 g di farina di castagne

500 ml di acqua

due cucchiai di olio extravergine d’oliva

una manciata abbondante di uvetta sultanina

100 g pinoli

una presa di sale

fecola di patate

60 g di zucchero semolato

un bicchierino di cognac a piacere

La preparazione della ricetta
Fate riprendere l’uvetta in acqua. In una terrina versate la farina setacciata, la fecola di patate, sale, zucchero, olio d’oliva e iniziate a mescolare gli ingredienti. Incorporate lentamente l’acqua impastando con cura. Aggiungete poi l’uvetta strizzata, i pinoli e il liquore.

In uno stampo da forno imburrato, versate il composto e infornate a 180 gradi per trenta minuti circa. Togliete dal forno, lasciate raffreddare e cospargete di zucchero a velo.

Come Scegliere il Miele

Il miele è un alimento naturale che fa molto bene al nostro organismo e che può essere utilizzato in cucina al posto del comune zucchero da tavola.

Ma come si sceglie il miele? Al momento della spesa al supermercato, bisogna stare molto attenti e leggere molto attentamente l’etichetta che viene applicata alle confezioni: sono da preferire quelli in cui viene indicato un solo paese di origine, che dovrà essere lo stesso in cui viene effettuato il confezionamento. Evitate, quindi, quelli che hanno un paese di produzione e di packaging diversi.

Ricordate, inoltre, che il miele, a meno che non sia quello di castagno o di acacia, cristallizza: se all’interno del vasetto vedete una sostanza piuttosto liquida (a meno che non si tratta delle tipologie sopracitate), evitate di acquistarlo perché significa che la loro qualità non è delle migliori.

Il prezzo, infine, non è sinonimo di risparmio, come ricordo sempre sul sito, è preferibile spendere un po’ di più, ma essere sicuri del tipo di prodotto che si va ad acquistare al supermercato e a consumare una volta a casa. Ne va’ della nostra salute. Soprattutto nel lungo periodo.

Come Applicare il Correttore

Quando l’effetto del fondotinta non è sufficiente per coprire le imperfezioni cutanee, il correttore diventa la soluzione efficace. Questo infatti agisce sui brufoli che il fondotinta può solo nascondere parzialmente, maschera le occhiaie e schiarisce le macchie della pelle. Le formule illuminanti alleggeriscono i segni delle rughe, mentre quelle uniformanti possono coprire i lividi e le cicatrici. Applicato assieme al fondotinta, il correttore aiuta a dare la base perfetta per il tuo trucco; mentre senza fondotinta è l’ideale per i ritocchi d’emergenza.

Prima del correttore devi applicare il latte detergente, il tonico e la crema e aspetta qualche minuto. Quindi inizia ad usare un piccolo pennello, che può essere scelto utilizzando questa guida sul pennello per correttore presente sul sito Nonsolotrucco.com, per applicare una goccia di correttore in crema nell’angolo interno dell’occhio, due gocce sotto la prima metà e un’altra nell’angolo esterno. Non esagerare sotto l’occhio, altrimenti penetrerà nelle rughe.

Adesso sfuma dolcemente, usando l’anulare. Inizia dall’angolo interno e procedi verso l’esterno, sfumandolo leggermente sotto l’occhiaia. Nella maggior parte dei casi non è necessario applicare il correttore sotto la metà esterna dell’occhio. Ora, per fare in modo di schiarire la zona più scura e dare luce allo sguardo, devi picchiettare con il correttore illuminante, l’angolo interno dell’occhio, usando la punta di un pennello oppure il dito. Infine sfuma con cura e rifinisci con un velo di cipria.

Se invece hai i brufoli, devi applicare il correttore con un pennello e sfumalo ai bordi. Non usarlo sulla pelle circostante perché evidenzierebbe il brufolo. Se hai delle cicatrici profonde, le devi livellare applicando strati di correttore in crema o liquido, con un pennello sottile. Usa una tonalità più chiara del tuo incarnato. Quindi picchietta bene prima di stendere lo strato successivo. Infine se hai delle rughe, devi mettere una piccola goccia di correttore illuminante sulla punta di un pennello da eyeliner. Riempi la ruga e lascia che asciughi.