Crespelle e Pizza – Consigli Utili

Crespelle alla Valdostana
Confezionate con apparecchio a crepes e farcite con fontina valdostana.
Si cospargono di besciamella, formaggio grattugiato, burro fuso e con una buona tartufata al momento del servizio.

Crespelle alla Sorrentina
Sono farcite con prosciutto cotto e mozzarella.
Cosparse di besciamella, formaggio grattugiato, burro fuso.
Prima della gratinatura al forno, si macchiano con salsa di pomodoro passata.

Crespelle di ricotta
Farcite con ottima ricotta fresca e spinaci lessati e tritati finemente.
Cosparse di besciamella, formaggio grattugiato e burro fuso.
Gratinate in forno.

Pizza

Ci sono due modi per confezionare la pasta per la pizza: quello tradizionale dei pizzaioli e quello per uso alberghiero.
Per la prima volta si procede impastando acqua, farina, sale, lievito di birra contemporaneamente oppure facendo un primo lievito appunto con il lievito di birra, un quinto della farina e poca acqua tiepida, aggiungendo in seguito al secondo impasto d’acqua, farina e sale.

Per la pasta d’albergo si utilizzano i seguenti ingredienti: farina, latte, uova, burro o margarina, olio, sale e lievito di birra
Questa seconda pasta è più morbida ed anche se non è servita subito non tende a diventare elastica come nel primo caso.

Pizza Margherita
Condita con pomodoro passato, mozzarella, origano, olio d’oliva.

Pizza Capricciosa
Condita con pomodoro, mozzarella, prosciutto e funghi, olio d’oliva.

Pizza Napoletana
Condita con pomodoro, mozzarella, origano, alici sott’olio, olio d’oliva.

Pizza con cipolle
Condita con pomodoro passato, cipolle tagliate in iulienne finissima e olio d’oliva.

Pizza alla Siciliana
Come per la napoletana con aggiunta di olive nere o verdi.

Pizza alla marinara
Condita con pomodoro passato e frutti di mare, inoltre, olio d’oliva.

Pizza quattro stagioni
Condita con pomodoro, mozzarella, funghi, carciofi, prosciutto, olio d’oliva.

Pizza alla Romana
Come per la pizza margherita con aggiunta di abbondante basilico.

Alessandro